Il letto

Tantissimi anni fa si dormiva in questi letti, materassi in crine/paglia/lana e reti in maglia di acciaio sottoponendo la colonna vertebrale a posture sbagliate per 8 ore.

Posizione scorretta

Il problema era, che già si lavorava tutto il giorno chinati, chi in mezzo ai campi, chi in fabbrica, chi in ufficio, chi in casa, poi durante la notte si continuava a tenere la colonna vertebrale nella stessa posizione, si arrivava a 40 anni che avevamo la schiena massacrata.

Quindi si andava dal medico a chiedere un consiglio, ma in quegli anni non si sapeva di certo quello che sappiamo oggi, e l’unico rimedio era quello di infilare tra la rete e il materasso una tavola di legno per tenere la schiena più dritta possibile.
In quegli anni era un vero e proprio sollievo, finalmente sembrava di aver trovato una soluzione.
Sembrava!
Le industrie del settore presero subito la palla al balzo e inventarono il primo materasso ortopedico, un materasso rigido, dritto, con molle al posto della tavola di legno, che aveva le stesse caratteristiche dei precedenti, tenere la schiena dritta, ma che fosse più presentabile.

Apriamo una parentesi …
Sapete cosa sono i plantari ortopedici? Furono inventati negli anni 70 e avevano il compito di correggere la pianta del piede e allo stesso tempo servivano per chi stava molte ore in piedi.

Plantari ortopedici

La particolarità di questi plantari era, ed è tutt’oggi, di copiare perfettamente la forma della pianta del piede, permettendo alle ossa di non subire la pressione del peso, in pratica ogni millimetro della pianta del piede appoggia sul plantare.

Ora torniamo al materasso ortopedico … materasso RIGIDO!
Abbiamo visto che la nostra colonna vertebrale non è dritta, ma presenta delle curvature che servono anch’esse ad ammortizzare il peso del nostro corpo.

Quindi, sapete cosa succede quando si appoggia una S su un piano dritto e rigido?

Danni alla colonna vertebrale

Muscoli nervi e tendini sono in continua tensione per 8 ore, si ha una rettificazione del tratto lombo sacrale, il nucleo centrale dei dischi intervertebrali spinge verso l’esterno causando a lungo andare una protrusione che si trasformerà in una ERNIA DEL DISCO

Danni alla colonna vertebrale

Tutti i punti sporgenti del nostro corpo pressano sul materasso causando infiammazioni, formicolio, dolore. E peggio ancora, se una persona è lungo degente, quindi costretta a stare a letto per lunghi periodi, piaghe da decubito.

Praticamente siamo caduti dalla padella alla brace!

Avevano dato un nome medico a qualcosa che di medico non aveva assolutamente niente (ortopedico)
Un buon materasso deve essere ergonomico, anatomico, cioè deve seguire le forme del nostro corpo, della nostra colonna vertebrale, deve avere la stessa funzione del plantare.

Materasso ergonomico
Materasso ergonomico

Un buon materasso deve seguire le forme del nostro corpo, come il plantare ortopedico, permettendo alla colonna vertebrale di rimanere per tutte le ore che dormiamo nella posizione naturale.

Però lo sbaglio che facciamo tutti, è quello di pensare che basti un buon materasso ergonomico per risolvere i nostri problemi di schiena e spendiamo delle vere e proprie fortune, ma poi ci accorgiamo che il dolore di schiena non passa e pensiamo che questa sia l’ennesima fregatura.

Senza sapere però che non è il materasso sbagliato, ma abbiamo acquistato una Ferrari senza le ruote. Si perchè quello che fa fare il lavoro al materasso sono le reti.
Se ho un buon materasso che segue le forme della mia colonna vertebrale e sotto ho una doga che, per il peso del mio corpo cede, il materasso segue la doga. Al contrario se ho una doga rigida, il materasso non può seguire le mie forme perfettamente … le doghe sono le fondamenta del letto.

Doghe ergonomiche …